Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:48

E' ormai piu' di un anno che collaboro con la casa di riposo di Chiusi che e' anche sede della Misericordia. Ne ho viste di cose, toccanti e comiche, capricci come fossero dei bambini e ricordi di vita andata. La volonta' di ciascuno di andare avanti fino al giorno successivo a volte manca, e allora bisogna cercare di fare coraggio dando il conforto che serve loro.

Ne ho scritto molto di loro, della mitica Angiolina, mia conquista personale, che non voleva si avvicinassero a lei uomini. Io sono riuscito a farmela amica. Il vecchio Nazzareno, ormai non piu', morto a 100 anni e 4 mesi con una mente lucidissima.

Ma quello che mi ha fatto una particolare tenerezza e' avvenuto ieri. Prima, una vecchina che vede arrivare quotidianamente la figlia che le fa compagnia per un paio d'ore al giorno, quindi privilegiata rispetto agli altri, ultimamente non c'e' moltissimo con la testa. Ha alternanze di lucidita' con momenti di smarrimento assoluto.

In un momento lucido ieri a tavola ha allungato la mano verso di me che le sorridevo, l'ha presa e se l'e' avvicinata al viso reclinando la testa sul dorso di essa, come per scaldarsi del mio calore. Mi guarda negli occhi e pronuncia una parola soltanto: "Grazie!". Le ho risposto: "Di cosa? Sono qui per questo, sono io che devo ringraziare voi per cio' che mi insegnate tutti i giorni!" e mi sono congedato con una carezza sul suo viso.

Mi sono allontanato, in verita', altrimenti mi sarei messo a piangere. Quel grazie e' stato come un'iniezione di vitamine e mi ha fatto riflettere su come, una volta che si arriva ad una certa eta', nei momenti di lucidita' ci si renda conto che non tutti i momenti si e' cosi' presenti, che la vita sta spegnendosi pian piano e si e' consapevoli.

Quel "Grazie" l'ho interpretato come fosse un "grazie di tutto, finche' sono in tempo a dirtelo", e cio' mi ha commosso. Forse ho fatto una interpretazione tutta mia, ma ho riscontrato anche con Anna di un altro mio post della consapevolezza della propria fine.

Un insegnamento grandissimo per me, questo anno, e spero che continui per anni a venire. Adoro i miei vecchietti, uno a uno, con i loro difetti e le loro manie, con i loro capricci e le loro domande. Spero di terminare i miei giorni serenamente, cosi' come cerco di donare serenita' a loro.

Lo consiglio a tutte quelle persone che passano il tempo denigrando altri, facendo e dicendo cose che prima o poi ritornano a loro. Imparerebbero molto, e si renderebbero conto che prima o poi tutti dobbiamo passare quella porta, l'ultima.

Scusate la vena polemica, ma quando ce vo', ce vo'.

 

 

Foto di primodisette

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:47


Tutto vive scandito

da un tempo inarrestabile,

inesorabile

ed impietoso.

Ma se il sentimento

e' senza eta',

allora il cuore 

che lo contiene

sara' eternamente giovane.

 

 

Foto di primodisette

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:46

Sentita stamattina, voglio riproporla per la sua profondita', detta da una donna di esperienza e di cultura sopra la media.

 

 

"La cosa piu' bella del sesso e' l'amore."

 

Lina Wertmuller - regista.

 

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:44


Amore,

un concetto

difficile da comprendere

per quanto e' importante.

 Amore e'

l'oltre dei sentimenti.

E' la sublimazione

del dialogo,

del sesso,

dello stare insieme,

del vibrare

al cospetto del partner.

Amore e' molto di piu'.

Amore e'.

 

 

Foto di primodisette

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:42
  
Le emozioni non hanno suoni,
   non hanno luci,  
  non hanno colore,  
     non hanno oscurita'.  
  Le emozioni hanno un magico silenzio 
in cui immergere il proprio cuore......
  
Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:39

Ho visto, distrattamente stamattina, passeggiando mano nella mano, due persone. Lui dritto, distintamente vestito, con un bastone che a vederlo non serviva per camminare vista la sua scioltezza, lei, appoggiata leggera contro il braccio di lui, come per godere di quei momenti assieme. Li ho seguiti con lo sguardo, imboccavano un sentiero di campagna ornato di giallo e marrone delle foglie gia' cadute che preannunciano l'autunno, fino a sparire all'orizzonte. I due non hanno fatto un gesto, un accenno a cio' che c'era intorno, si leggeva nei loro occhi l'amore, l'essere felici li', l'uno nella mano dell'altra, come in estasi, a dispetto di cio ' che avessero intorno. I due vecchietti hanno destato in me la tenerezza della serenita' di invecchiare in coppia, di contare i minuti insieme, di goderli fino all'ultimo secondo. Che bella era quella scena!

 

 

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:38

Alla domanda postata sul blog della mia carissima amica Assia.k: "L'uomo giusto esiste davvero?" ho risposto come segue, ed ho ritenuto di farne un post a mia volta perche' lo giudico un argomento di discussione. Per me l'uomo giusto (la donna giusta) esiste se c'e' l'alchimia giusta. Ecco comunque come la penso:


"In ogni uomo c'e' una componente femminile. A volte piu' pronunciata e anche troppo a causa di una natura cresciuta con istinti diversi, a volte piu' nascosta per paura di non sembrare sufficientemente virile. Abbiamo una cultura che divide uomo da donna, non fisicamente perche' e' lampante che siano diversi, ma una cultura del machismo e del femminismo, contrapposti agli estremi che invece che unire dividono, che creano quindi questi dubbi..... A mio avviso, la donna dovrebbe essere un po' piu' donna (attenzione: non femminile, ma donna) in quanto agli anni in cui siamo, tra managers, imprenditrici e quant'altro, si e' perso un poco il ruolo di donna. L'uomo d'altro canto, dovrebbe ammorbidirsi un poco ed essere un poco piu' maschio, perche' anche li' la cultura marcisista l'ha fatto diventare piu' femminile, meno uomo (e qui non dico meno virile, ma meno uomo). Sembra una contraddizione quanto detto sull'uomo, ma non lo e'. L'uomo e' agli estremi oggi, o e' tutto d'un pezzo, oppure non ha le palle per reggere un rapporto. Percio' ho scritto che dovrebbe essere piu' morbido, ma piu' uomo. Non e' una lacrima o il vedere un film d'amore che sminuiscono la virilita', e non e' nemmeno il volere dimostrare di poter fare cose da uomo che diminuiscono la femminilita'. Il cocktail e' pronto, tutto sta agli ingredienti che mettiamo per l'esito finale. Se bere sorseggiando per assaporare la vita, per ubriacarci e poi stare male al punto che non vorrai piu' bere, oppure non bere del tutto e stare a guardare il cocktail da lontano.... Non esiste una ricetta e ne esistono centomila, basta scegliere quella che piu' aggrada per ottenere il massimo."

 

 

 Foto di primodisette

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:36


Volero' per te, 

sopra laghi e monti, 

sorvolando nuvole

e nebbie,

sfiorando onde di oceani, 

e veleggiando tra stormi di rondini,

volero' per te,

sopra infiniti mari

e sterminate terre,

fino ad atterrare

dove alberga il tuo cuore...

 


   

Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:33

Nata come controcanto per un post della mia amica Desideria_io2009, ho pensato di postare queste righe qui per voi.

 


 

...Chiudero' la porta

per dirti cose,

per raccontarti tutto di me,

di cosa penso,

di cosa sento,

prendendoti tra le braccia

e sussurrando dolci frasi d'amore

tra i capelli,

solleticandoti i lobi

e facendo del tuo collo

brividi e tremori.....

Lascia che ti dica,

lascia che ti racconti

un'infinita storia d'amore

che ci avvolgera',

ci coinvolgera' per la vita.

 


Condividi post
Repost0
18 novembre 2010 4 18 /11 /novembre /2010 20:32

Facciamo che due persone vivano una storia per 9 anni.
Facciamo che lei abbia 2 figli, una di quasi 3 anni e uno di 9.

Facciamo che i due figli non hanno mai accettato lui, nonostanto li crescesse senza fargli mancare nulla.
Facciamo che nel corso di questo periodo, due anni dopo e dopo aver perso un figlio maschio morto in pancia per strozzatura da cordone ombelicale a 4 mesi decidano di riprovarci per avere un figlio in comune.
Facciamo che nasce una figlia, bellissima sin dalla nascita, testarda fin dalla nascita, che ha aspettato ad uscire finche' il padre non e' uscito dall'ospedale, dopo 5 mesi di degenza ed infinite cure.
Facciamo che 2 anni dopo la madre decida di mettersi a lavorare perche' lui non sta nemmeno in piedi per la lungodegenza fatta.
Facciamo che nel suo lavoro conosce una persona che poi diventa amante.
Facciamo che lei si estranea da tutto cio' che e' famiglia, e il suo compagno ha i primi sospetti.
Facciamo che dopo 4 anni di litigi perche' lei torna sempre piu' tardi lui la peschi in flagrante con una persona diversa.
Facciamo che i due si lasciano e lui scopre che dei suoi parenti avevano colto lei e il primo in riva al lago a scopare gia' 4 anni prima e lo avevano tenuto nascosto.
Facciamo che una settimana dopo lei abbia gia' un uomo in casa.
Facciamo che quest'uomo ha un precedente processo per abuso di minore, scagionato, ma sospetto.
Facciamo che lui, distrutto, prenda sua figlia e la mantenga per un anno senza chiedere aiuto a nessuno.
Facciamo che la madre denunci il padre per lesioni, mentre e' lui ad essere colpito piu' volte, dopo che per l'ennesima volta lei porta a casa del padre la figlia alle 3-3,30 del mattino.
Facciamo che lui finisca i soldi e lavoro affidi la figlia alla madre...
Facciamo che passa il tempo, e lui non riesce a trovare lavoro, ma in compenso ha sua figlia che tenta di chiedere aiuto perche ha paura del compagno di sua mamma.
Facciamo che nel corso degli anni il padre faccia vari esposti, e faccia indagare dal tribunale i due.
Facciamo che il tribunale dei minori, dopo accertamenti, dice che e' tutto a posto, non avendo testimonianza diretta da parte della piccola.
Facciamo che la bimba si confida in pochi giorni con due persone diverse, un'amica, e una zia, di un grosso rospo che cova da anni.
Facciamo che vengano fuori cose orribili, come lo svegliarsi in piena notte e trovarsi lui in piedi che si masturba su di lei, picchiare tutte e due e altro ancora.
Facciamo che la zia chiami il padre da parte e racconti per coscienza tutto.
Facciamo che il padre telefoni all'avvocato e all'assistente sociale.

Facciamo che la figlia taceva per non fare picchiare la madre dal suo compagno.

Facciamo che si convinca e racconti tutto all'assistente sociale che inizia la pratica per l'affido esclusivo..
Facciamo che il bastardo ha poco tempo ancora per respirare aria pulita prima del carcere.
Facciamo che padre, figlia, parenti siano finalmente felici......
Si', finalmente dopo 4 anni respiro, finalmente posso dormire sonni tranquilli, anche se la strada e' molto lunga ancora, ma adesso ho la forza di farcela, per me, ma soprattutto per lei, la mia piccola!

Condividi post
Repost0